Domani viene da ieri

Cari amici! Altre buone nuove. Venerdì 22 Aprile nella bellissima Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Bologna si inaugura una mostra con nostri disegnetti originali che trovate nel libro “Domani viene da ieri”. Il libro è stato un lavoro molto ben curato che ha coinvolto studenti di fumetto e professori dell’Accademia. È stato pubblicato pochi mesi fa da Fausto Lupetti Editore.
La presentazione sarà una bella occasione di riflessione sui fatti accaduti durante la seconda guerra mondiale, in particolare a Bologna e dintorni. L’invito è aperto a tutti.

Il libro di cui si parla lo trovate qui:
http://www.ibs.it/code/9788868741037//domani-viene-ieri.html

 

locandina NULLA FA PENSARE ALLA GUERRA web

Annunci

A proposito della vita e della morte.

Oggi pubblico un lavoro a metà strada tra il fumetto, l’illustrazione e il giornalismo.
Il Parlamento è già in difficoltà con la Cirinnà e tra poco dovrebbe (secondo calendario) affrontare un’altra discussione piuttosto importante per i diritti civili…
Da diverso tempo tra gli argomenti di cui mi interesso c’è quello delicatissimo del fine-vita e mi affascina leggerne e discuterne quando posso, perché lo trovo un bel modo di aprire la mente verso una delle tante cose cui non siamo abituati (ma che ci incuriosiscono perché sappiamo che le dovremo affrontare).
Quindi ho fatto qualche disegno in proposito, ricapitolando un po’ di informazioni che ho trovato in particolare sul blog di Marco Cappato e tramite le interviste del Fatto Quotidiano.
Ci terrei molto affinché i malati che qui in Italia non hanno diritto di decidere della propria vita potessero farlo serenamente e ci tengo ancor di più quando penso che dovrebbe riguardare tutti noi da vicino, finché non sappiamo cosa ci riserva il futuro.

Qui il link di issuu, dove lo potete ingrandire e sfogliare comodamente:

“Duetto” una storia breve a fumetti.

tavola per duetto

Duetto è una storia breve che parla di un incontro, ma senza alcun dialogo. Nasce dalla visione del film “A Casa” di Šarūnas Bartas. Fa parte di un lavoro collettivo ma è anche un piccolo universo indipendente. Cinque pagine dipinte ad acrilico raccontano di un sentimento che aleggia nell’atmosfera ma sarà reale?

Ho deciso di dipingere tavole di formato piuttosto grande (variano dall’A3 all’A4) anche se sapevo che le avrei dovute rimpicciolire molto. Trovo i grandi formati più “rilassanti” perché la mano traccia movimenti più ampi e meno meccanici. Tuttavia questo comporta una grande perdita di tempo, specialmente in colorazione, a maggior ragione con la mia lentezza, quindi non lo si può fare per molte pagine.
Mi sono avvalsa di riferimenti fotografici e sì, la ragazza sono effettivamente io, è molto più semplice guardarsi per disegnare piuttosto che cercare un modello.

Il progetto l’ho realizzato all’interno del corso di arte del fumetto tenuto dal prof. Andrea Bruno e speriamo di realizzare una mostra per la fine di gennaio all’Accademia di Belle Arti di Bologna, durante l’open-day. A parte il mio, sono saltati fuori molti lavori meritevoli e assolutamente imperdibili.
Quindi stay tuned ! 🙂

Qui il link per poter leggere un’ anteprima:

“Addio alle Armi” di Hemingway

Per l’anniversario della sconfitta dell’esercito italiano a Caporetto, ecco un estratto a fumetti di “Addio alle Armi”, il bellissimo romanzo di Ernest Hemingway. Ho scelto una scena romantica piuttosto che di azione perché  trovo che crei un contrasto di grande effetto nello scenario in cui Frederic si trova, quando le truppe sono in ritirata verso il Tagliamento. Per di più era interessante rappresentare con dei disegni un’apparizione, quella di Caterine, che nel romanzo è davvero suggestiva.

1AAAdefinitiva
2AAAdefinitiva

3AAAdefinitiva

4AAAdefinitiva

Studio dei grandi autori: Manuele Fior

Ultimamente ho preso in prestito “La signorina Else” di Manuele Fior. Un fumetto tratto dal romanzo omonimo di Arthur Schnitzler. Ho tentato di catturare il segno di Fior, cercando di sperimentare con vari strumenti e colori. Ho amato il personaggio di Else, ritratta come una ragazza viziata ma al tempo stesso estremamente elegante e ingenua.

  schizzi2    schizzi3